Lineapelle: oltre 20 mila visitatori e prospettive “interessanti”

Con un aumento di visitatori e un buon il livello di soddisfazione degli espositori, si è chiusa ieri a Bologna Lineapelle, che in questa edizione ha presentato campionari e tendenze per la stagione invernale 2014/2015. Olre 20.000 presenze, in crescita sia dall’Italla che dall’estero, “a piena conferma –commenta Giuseppe Volpi, dell’omonimo gruppo conciario toscano – della centralità di Lineapelle nel contesto fieristico internazionale. Durante i tre giorni di fiera abbiamo riscontrato un livello di interesse molto promettente, oltre che un incremento di visitatori del Far East”.  Parole che trovano conferma nel commento di quasi tutti gli operatori, a dimostrazione di un diffuso ottimismo, che Eugenio Del Vacchio (Conceria Del Vacchio) spiega così: “La buona affluenza, soprattutto asiatica, e la ricerca costante di vere novità ci fa ben sperare per il futuro e, per quanto riguarda la nostra azienda, ci pone l’obiettivo di studiare nuove iniziative commerciali per potenziare la nostra presenza all’estero”. Rimane di grande attualità il problema dei prezzi, che pesa su tutte le tipologie di pellame. Si mantiene solida la quota di mercato del rettile: “Il lusso lo cerca e lo valorizza – dicono da Italhide – e per le collezioni top continua a puntare in maniera quasi esclusiva sul coccodrillo. Bene anche lo struzzo”. (lf)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati