Operatori stranieri, industria 4.0 e sostenibilità: edizione da record per Simac Tanning Tech

Il Simac Tanning Tech si chiude con successo confermando le impressioni degli espositori che durante la fiera avevano sottolineato l’aumento di visitatori. Rispetto al 2016, che secondo gli organizzatori aveva già rappresentato un anno record per l’esposizione, è stato registrato un aumento a doppia cifra dei visitatori. Uno dei motivi è sicuramente l’aumento del 20% dello spazio espositivo oltre al carattere internazionale della fiera che, anche grazie alla collaborazione con ICE-ITA, ha permesso l’arrivo di 150 operatori esteri provenienti da 17 Paesi. Le parole chiave sono state industria 4.0, innovazione e sostenibilità ambientale, con lo sguardo al futuro delle produzioni nei diversi settori. “È emerso con forza che il settore è in movimento e questo è merito di ogni singola azienda che, giorno dopo giorno, porta avanti un lavoro di costante ricerca e attenzione al cliente, che vede interpretate al meglio le sue esigenze, dalla tecnologia di prodotto alla tecnologia di processo”, ha dichiarato il presidente Gabriella Marchioni Bocca sottolineando che: “Siamo soltanto all’inizio dell’apertura di un nuovo capitolo per il settore, che ci vedrà impegnati nel prossimo futuro”. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati