TheOneMilano alza il sipario sull’haut-à-porter: upgrading dei contenuti e l’obiettivo di coinvolgere più buyer esteri

Oggi a Fieramilanocity apre TheOneMilano, salone dell’haut-à-porter giunto alla quinta edizione. Sono quasi 400 i brand che propongono le proprie collezioni fino a lunedì 25 febbraio. Dal capo #furandleather alla maglieria, attraverso il capospalla e tutto l’haut-à-porter valorizzando inoltre il comparto accessori, “in un costante upgrade di contenuti, immagine e servizi”, come spiegano dall’organizzazione. Per potenziare le opportunità di business, TheOneMilano ha unito le forze con ITA – Italian Trade Agency ICE, l’agenzia per la promozione e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Attraverso questa partnership la manifestazione cercherà di sviluppare la sua anima internazionale per coinvolgere i buyer stranieri: l’obiettivo è di superare la quota del 60% di visitatori esteri. Attesa una delegazione di buyer con una forte presenza dalla Russia, oltre che da USA, Corea, Giappone, Kazakistan e Azerbaigian. Con l’obiettivo di essere sempre più un laboratorio e al contempo un osservatorio importante del mondo fieristico, TheOneMilano lancia da questa edizione il progetto #WeAreTheOne, chiamando intorno a sé, per contribuire con la loro esperienza, alcuni professionisti di grande valore e riconoscibilità. Contributors di questa edizione sono Giulio Sapelli (economista, storico e accademico italiano), Italo Rota (architetto), Salvatore Aranzulla (divulgatore digitale); Maurizio Merenda (Strategy and Business Development Consultant).

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati