Tokyo Leather Fair inizia piano e si celebra con un progetto molto particolare

Primo giorno di studio a Tokyo Leather Fair, la cui edizione numero 100 è iniziata oggi all’interno degli spazi espositivi del Toritsu Sangyo Boeki Centre. Nel contesto di un mercato che conferma il proprio interesse per la pelle, ma che sconta in modo inevitabile il generalizzato rallentamento della congiuntura internazionale, TLF ha accolto 153 espositori tra concerie, accessoristi e produttori di componenti. Di questi, 11 sono stati coordinati da Lineapelle: 8 concerie (Chiorino Technology, Centrorettili, M2, Nuvolari, S. Biagio, Nuova Grenoble, Sicerp, Teneria Cuauhtemoc) e 3 accessoristi (Ramponi, Artesa, Reltex Lactae Hevea Soles).
Un primo giorno dove, oltre a poter assistere ai seminari Lineapelle sulle tendenze estive 2020 (toccando con mano ogni approfondimento all’interno della relativa Area Trend, foto a sinistra), i visitatori hanno potuto ammirare l’esposizione degli abiti in pelle dipinti a mano (foto a destra) e indossati da un gruppo di ballerini durante la cerimonia svolta ieri per celebrare l’edizione numero 100 di TLF. Abiti che hanno una storia particolarmente significativa da raccontare. Sono stati realizzati per l’occasione dagli alunni di una scuola elementare del quartiere dove si svolge la fiera e il progetto è stato coordinato dallo stilista giapponese Kansai Yamamoto, noto (tra l’altro) perché alcuni suoi abiti furono indossati nei primi anni ’70 da David Bowie, durante lo storico Ziggy Stardust Tour.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati