Cavalli svolta verso Dubai, Stefanel attende il 2 luglio per l’insolvenza

Le tribolazioni di Roiberto Cavalli e Stefanel sono (forse) a un punto di svolta

Roberto Cavalli viaggia verso Dubai. Per Stefanel il 2 luglio sarà il giorno decisivo.

La pole position per Cavalli
Il CdA della griffe fiorentina avrebbe individuato l’offerta migliore tra quelle pervenute (3 vincolanti per acquisire il 100% della società più altre 2). Sarebbe quella di Damac in lizza per l’acquisizione attraverso una società della sua galassia di Dubai, ovvero il veicolo d’investimento Vision Investment Co. Della scelta del CdA ne è certo Il Sole 24 Ore che riporta la notizia. Il CdA ha dato così una indicazione sia al commissario giudiziale Giorgio Zanetti, sia al giudice Alida Paluchowski del Tribunale di Milano a cui spetta la decisione.

L’insolvenza di Stefanel
Stretta finale anche per un altro marchio in difficoltà, Stefanel, controllato dal fondo Attestor e dalla management company Oxy Capital. Il 2 luglio, presso il Tribunale di Venezia, si svolgerà l’udienza relativa all’insolvenza dell’azienda con sede a Ponte di Piave (Treviso). Sarà presente anche un rappresentante del Ministero dello Sviluppo Economico “ai fini della dichiarazione dello stato di insolvenza, dichiarazione propedeutica all’avvio dell’iter per la procedura di amministrazione straordinaria”. In pratica, se il Tribunale deciderà per lo stato di insolvenza, saranno nominati alcuni commissari che subentreranno agli attuali amministratori e avvieranno l’attività di ristrutturazione. Nel frattempo (28 e 29 giugno) è stata convocata l’Assemblea Ordinaria degli azionisti per l’approvazione del bilancio 2018. (mv)

Immagini tratte da robertocavalli.com (a destra) e stefanel.com (a sinistra)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati