Fondi che vendono, fondi che acquistano: i casi Cuyana (pelletteria) e Le Chameau (calzatura)

Il brand californiano Cuyana ha ottenuto 30 milioni di dollari da un round di finanziamento supportato dalla società di private equity H.I.G. Capital. I suoi fondatori, Karla Gallardo e Shilpa Shah, hanno dichiarato al portale Business of Fashion che intendono utilizzare la liquidità per sviluppare il retail attraverso l’apertura di nuovi negozi (tra Chicago, Seattle, Washington e il Texas), migliorare la catena di approvvigionamento e studiare nuove categorie di prodotti. L’azienda, che ha il suo core business nelle borse e nella pelletteria, realizza oltre la metà della collezione in Italia. L’iconica Work Satchel, per esempio (foto a destra), è composta da 92 parti in pelle italiana. “Ci vogliono 4 ore per collegare questi pezzi, 1,5 ore per dipingere a mano i bordi, e occorrono 4 mani di vernice per terminarla”. La società spende 45 dollari/cliente per il marketing “Ma ogni primo acquisto ne guadagniamo 75” sostengono i due fondatori che ricavano il 40% del fatturato dalla clientela fidelizzata. Tra le opportunità aperte con il nuovo finanziamento anche la possibilità di entrare nel mercato delle calzature.

Viceversa, la società di private equity Marwyn Value Investors sta valutando di vendere il marchio di stivali di lusso Le Chameau Maîtres Bottier, acquisito nel 2012. Secondo The Times, la valutazione si aggirerebbe attorno ai 25 milioni di sterline. Il marchio è nato nel 1927 in Francia ed è famoso per i suoi prodotti di qualità, fatti a mano e con eccellenti materiali: gomma naturale, pelle, lana e jersey. Il fondo non ha confermato la notizia, ma è certo che sta rivedendo i suoi asset. Le Chameau, che annovera tra i suoi clienti anche la Duchessa di Cambridge e Victoria Beckham, ha chiuso il 2017 con una perdita ante imposte di 7,3 milioni di sterline. (mv)

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati