Anche nel Lazio si insegna la borsa: 13 aziende e 49 studenti coinvolti nel progetto Pelletteria Made in Italy

“Questo progetto nasce per rispondere alle esigenze degli operatori del settore in campo formativo, ma anche per tramandare un mestiere caratterizzato da un elevato grado di professionalità e qualità”. Andrea De Simone descrive così gli obiettivi di Pelletteria Made in Italy, progetto di formazione finanziato dalla Regione Lazio e promosso da AIF (Associazione Italiana per la Formazione) e Confartigianato Imprese di Viterbo. “Il progetto favorisce l’interscambio di competenze per accrescere le abilità degli artigiani e stabilire legami tra settori in cui si sviluppano mestieri, esperienze e know-how differenti ma potenzialmente complementari” aggiunge il segretario della sezione viterbese della confederazione di artigiani. Il progetto, avviato lo scorso settembre, si concluderà a maggio 2019 e coinvolge 13 aziende e 49 allievi, i quali stanno seguendo 720 ore di lezione in aula, a cui si aggiungono 490 ore di stage in azienda e 20 ore di “accompagnamento in uscita”. Tre i percorsi formativi possibili: corso per operatore di pelletteria, che formerà addetti in grado di supportare l’elaborazione e lo sviluppo di modelli di pelletteria in tutte le sue fasi; corso in counseling, coaching, mentoring e networking dedicato ai 13 titolari di aziende partecipanti; e, infine, il percorso per ottenere il rilascio della “qualifica professionale di modellisti di pelletteria in grado di sviluppare e completare il processo produttivo traducendo l’input stilistico in rappresentazioni grafiche”.

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati