Quando l’innovazione diventa realtà. A Simac Tanning Tech il futuro è già arrivato

Innovazione tecnologica, sostenibilità ambientale, efficienza produttiva ed industria 4.0: sono le parole chiave di Simac Tanning Tech, la fiera dedicata ai macchinari ed alle tecnologie per calzature, pelletteria e conceria. Parole e concetti che si trasformano in soluzioni concrete che le aziende presentano in fiera. Innanzitutto la Spray Lab, un concept che sarà presto disponibile sul mercato creato dall’azienda Fratelli Carlessi. Si tratta di una macchina per fare le campionature, ma non solo. “Sicuramente serve anche per le campionature – ci ha raccontato il direttore Giulio Tandura -, ma anche per la produzione normale. La sua funzione è infatti quella di mettere a punto e rendere riproducibili le condizioni in cui lavora una macchina nella realtà”. Per capire meglio il concetto: “Nel caso un’azienda dovesse fare un articolo su una linea di spruzzatura, prima di mettere a punto la linea ci vogliono un po’ di prove: se va bene la composizione e la viscosità del prodotto, se le temperature per l’asciugatura sono quelle giuste, se la velocità va bene etc… Se lo provo con una cabina non è detto che il risultato sia lo stesso. E quindi ne abbiamo creata una con all’interno un robot che avrà tutti i dati che sono necessari per simulare il vero effetto di spruzzatura in qualunque tipo di cabina e situazione, ricreando esattamente l’arco di spruzzatura, la velocità e la copertura delle varie pistole”. Altra innovazione concretizzata in fiera è un software creato da Bergi per lavorare in remoto. “Abbiamo presentato una smerigliatrice che abbiamo chiamato Innova 4.0 proprio perché rispecchia totalmente le specifiche della nuova direttiva”, ci ha raccontato il presidente Mauro Bergozza. “Questa macchina è già completa e si può usare in remoto. La cosa interessante è che abbiamo il monitoraggio completo di qualsiasi parte elettrica: inverter, motori, sensori, micron, fotocellule etc… È tutto monitorato con sistemi d’allarme che, qualora i parametri impostati dovessero variare, avvisa immediatamente. Serve per capire in anticipo eventuali anomalie e per monitorare consumi e produzione, oltre che per fare un controllo da remoto in caso di assistenza. L’importante è aver sviluppato il software e lo si potrà applicare anche a tutte le altre macchine”. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati