Tommy Hilfiger sperimenta il robot che chatta e dà consigli di stile. Le vendite impazziscono: +220%

Il cliente può intrattenere una conversazione diretta su Messenger, il sistema di messaggistica istantanea di Facebook, con un “concierge” Tommy Hilfiger, che lo invita a dare un occhio ai video delle sfilate primavera-estate 2016-2017 e a scoprire le nuove collezioni. Nel corso della chat, il PR virtuale della casa di moda impara a conoscere gusti e orientamenti dell’interlocutore, così da indirizzarlo all’acquisto con consigli mirati. Dopo le prime sperimentazioni, Tommy Hilfiger testimonia che il metodo di intrattenimento personale dei clienti ha grande successo commerciale. La novità, però, non è nell’utilizzo del canale social, ma di un “bot” (un software che simula il comportamento di un’intelligenza umana) che intrattiene la conversazione one-to-one col pubblico e ne apprende le attitudini, così da sapere sempre l’informazione migliore da proporre. Il bot si chiama Tmy.grl e, stando a quanto comunica la maison statunitense, ha generato nel solo giorno di venerdì 9 settembre 80.000 visualizzazioni sul sito tommy.com alle pagine della capsule collection TommyxGigi (disegnata da Gigi Hadid) e il +220% delle vendite rispetto allo stesso giorno dell’anno precedente. «L’innovazione digitale è al centro della nostra strategia – ha detto Tommy Hilfiger durante la Fashion Week di New York, durante la quale applicava il principio del “see now, buy now” con schermi touch screen, sul canale e-commerce e sui social  –. Il bot Tmy.grl su Messenger introduce un nuovo livello di accessibilità, coinvolgimento e personalizzazione per il nostro pubblico». Per chi pensa che il digitale è il futuro, ecco una dimostrazione in più che il futuro è adesso. (rp)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati