Aeffe, cresce l’utile ma scendono i ricavi

Aeffe, società che comprende i marchi Alberta Ferretti, Moschino, Pollini ed Emanuel Ungaro, ha archiviato il primo trimestre con un utile netto salito del 60% a 3,2 milioni di euro rispetto ai 2 milioni riportati nell’analogo periodo del 2013. I ricavi consolidati sono pari a 67,6 milioni di euro contro i 73 milioni del primo trimestre 2013 (-7,3% a cambi costanti). In aumento del 13% l’Ebitda a 10,7 milioni rispetto ai precedenti 9,5 milioni di euro. L’indebitamento finanziario netto si è attestato a 88,3 milioni dai 94,5 milioni al 31 marzo 2013. In particolare i ricavi della divisione calzature e pelletteria hanno segnato una diminuzione del 2,3% e sono stati pari a 19,8 milioni. Per quanto riguarda le vendite in Italia, pari al 43% del fatturato consolidato, nel primo trimestre 2014 sono diminuite dell’1,2% a 28,9 milioni di euro. “Siamo soddisfatti dei risultati conseguiti dal gruppo, che registra un nuovo impulso della redditività”, ha commentato Massimo Ferretti (nella foto), presidente esecutivo di Aeffe. “L’impegno e la reattività ad un nuovo scenario di mercato, che ha portato alla rifocalizzazione di alcuni aspetti delle strategie aziendali, quali la riorganizzazione del portafoglio licenze, il rinnovamento stilistico di alcuni brand ed il rafforzamento nei canali distributivi, hanno avuto positivi riscontri già nei primi tre mesi dell’anno. Siamo quindi fiduciosi per il futuro, incoraggiati anche da una crescita del 10% della raccolta ordini per le collezioni del prossimo autunno/inverno”. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati