Bilanci d’agosto: volano gli utili di Ralph Lauren, sorridono i conti di SMCP, chiaroscuro per Hugo Boss

Gli utili di Ralph Lauren si impennano, i conti di SMCP volano, le vendite di Hugo Boss crescono (ma l’utile no). Ralph Lauren ha chiuso il suo primo trimestre fiscale con ricavi a 1,39 miliardi di dollari (pari a circa 1,19 miliardi di euro, +3%), superando le stime degli analisti. Ma la notizia è il balzo dell’83% degli utili netti. Risultati che premiano le strategie del gruppo newyorkese: riposizionamento in alto del marchio, taglio di posti di lavoro, riduzione delle scorte di magazzino, chiusura di negozi poco o non redditizi e focalizzazione su supply chain per migliorare la tempistica delle consegne. Ottimo primo semestre per il gruppo SMCP, chiuso con ricavi a quota 493,3 milioni di euro (+12,4%). Buona la performance di tutti i brand in portafoglio: Sandro +11,9%; Maje +13%; Claudie Pierlot +12,6%. Il gruppo ha alzato le stime per l’intero 2018 che prevede di chiudere oltre il +13%. Primo semestre in chiaroscuro per Hugo Boss che ha registrato un aumento di fatturato del 5% a cambi costanti a 1,303 miliardi euro, ma un utile netto in calo del 2% a causa di costi aggiuntivi per migliorare la qualità dei prodotti e dell’effetto cambi. Per il 2018, Hugo Boss si aspetta un leggero aumento dell’utile netto e del fatturato. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati