Brand del lusso: Vuitton perde quota, crescono Gucci e Prada

Louis Vuitton perde terreno nella classifica dei brand del lusso su scala mondiale, crescono Gucci e Prada. Sono i risultati dello studio Millward Brown Optimor, secondo cui il valore di mercato di Vuitton è decresciuto del 12% nel giro degli ultimi dodici mesi ed è oggi di 22,7 miliardi di dollari. Lvmh resta comunque in cima alle aziende del lusso per l’ottavo anno consecutivo, ma deve contrastare quella che la ricerca sostiene sia una “maggiore esclusività e accessibilità” da parte di alcuni concorrenti. A cominciare da Gucci, il cui valore di mercato ha raggiunto i 12,7 miliardi (+48%), balzando al terzo posto, mentre Prada segue a ruota grazie alla crescita del 63% (9,45 miliardi). Dietro Vuitton siede ancora Hermés (19,1 miliardi, senza variazioni). Secondo Millward Brown, “il consumatore sta facendo spazio per quegli acquisti che lo fanno stare meglio, e in questo trend sono i marchi del medio a soffrire”. Rolex, Chanel, Cartier, Burberry, Fendi e Coach fanno parte della top ten, ma è Prada a sorprendere gli analisti: “Il suo nome continua a farsi largo in Cina, Russia, Brasile e in Medio Oriente” sintetizza Anastasia Kourovskaia, vice presidente di Millward Brown Optimor. Lo studio ha compiuto la ricerca per conto di Wpp Plc, uno dei nomi primari del marketing, attraverso interviste con i consumatori e analisi sulle prestazioni commerciali e finanziarie. (p.t.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati