Ferragamo potrebbe essere la nuova Gucci, su Tod’s pesa Hogan: le previsioni di Deutsche Bank per il lusso

Così parlò Deutsche Bank: prospettive migliori per Ferragamo rispetto a Hugo Boss, Prada e Burberry. Prudenza per Tod’s che, secondo gli analisti tedeschi “potrebbe risentire negativamente dell’impatto di Hogan”. Nonostante un ribasso del 24% circa registrato tra il 10 maggio e il 21 settembre (prima della sfilata) sulla quotazione delle azioni di Ferragamo, Deutsche Bank ha rilasciato un report favorevole sulla maison fiorentina: il giudizio è passato da hold (mantenere) a buy (comprare). Gli analisti hanno valutato i notevoli cambiamenti di Ferragamo negli ultimi tempi (cambio del ceo e dei direttori creativi) e il fatto che il brand abbia così intrapreso un percorso di rilancio e di sviluppo per conquistare nuove fette di mercato, in particolare nelle calzature e nella pelletteria. Secondo i banchieri tedeschi, Ferragamo potrebbe essere la prossima storia di rilancio nel settore dopo Gucci. “Abbiamo preso in considerazione 5 aziende che negli ultimi anni hanno registrato un rallentamento delle vendite e un peggioramento dei margini, come risultato di un affaticamento nella storia di crescita. Alla fine abbiamo identificato Ferragamo come la storia più promettente e abbiamo deciso di rivedere a ‘Buy’ la raccomandazione” hanno scritto nel report gli analisti di Deutsche Bank secondo i quali “’c’è un potenziale di crescita delle vendite, grazie al mix di prodotti e alla capacità dei manager di far fronte ai problemi’. Giudizio hold invece per Hugo Boss, Prada e Burberry e cautela su Tod’s, minacciata dalle scarse performance di Hogan. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati