Ferragamo pensa in positivo

Alla fine della sfilata andata ieri in scena a Milano, l’a.d. di Salvatore Ferragamo, Michele Norsa (nella foto), ha comunicato le attese del gruppo per i risultati a fine anno. Vendite e utile sono in netto miglioramento nella parte finale dell’anno, dopo un terzo trimestre penalizzato dai rischi geopolitici globali. Norsa ha rivelato: “Stiamo aprendo negozi in Cina, Corea, Stati Uniti e molti aeroporti”. Le vendite in Cina stanno crescendo a doppia cifra. In Europa l’andamento al retail si mantiene debole soprattutto per effetto dei minori acquisti russi. “Tuttavia” ha affermato l’ad “notiamo che normalmente questi cicli si risolvono rapidamente. Già in questi giorni c’è un migliore contesto. Nel frattempo stiamo investendo in Russia. Noi crediamo in questo mercato e in questi consumatori”. Investimenti concentrati sul turismo da parte della casa fiorentina: “I passeggeri sono cresciuti del 7% in Europa. Parliamo di decine di milioni di persone”, ha detto Norsa. “Siamo l’azienda più presente negli aeroporti e duty free del mondo numericamente e crediamo che questo sia un luogo dove coltivare il consumo del lusso con un potenziale superiore a tutti gli altri”. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati