Gucci: ipotesi di elusione fiscale da 1,3 miliardi di euro. La griffe. “Piena collaborazione”.

0

“La società conferma la piena collaborazione agli organi competenti, certa della correttezza e trasparenza del proprio operato”. Sono parole tratte dal comunicato con cui Gucci commenta la notizia relativa al blitz della Polizia Tributaria della Guardia di Finanza presso i suoi nuovi uffici di Milano. Obiettivo: cercare riscontri a un’ipotesi investigativa di elusione fiscale ai danni dell’Erario nazionale pari a circa 1,3 miliardi di euro. L’ispezione a tappeto pare sia stata innescata da un report dell’agenzia stampa Reuters, basato su fonti anonime interne a Gucci, forse, scrive fashionmagazine.it, da riferirsi “a un ex manager licenziato”. A Gucci, in pratica, viene contestato l’aver fatturato all’estero (in Svizzera, dove il regime fiscale è meno oneroso) quanto derivato da attività e vendite in Italia. L’accusa porta alla mente quanto accaduto anche a Prada, a cui fu addebitata un’elusione fiscale del valore di 470 milioni di euro, risolta attraverso il pagamento da parte della griffe di 381 milioni di euro.

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso