Hermès e Vuitton si pigliano a borsettate

Hermès porta Lvmh a processo. La casa francese del lusso ha infatti presentato ricorso davanti al Tribunale del commercio di Parigi per ottenere l’annullamento degli equity swap che consentirono a al gruppo di Arnault di ottenere una quota pari al 17% nel capitale del concorrente. Lvmh nel frattempo è salita al 22,6% del capitale di Hermes. Secondo quanto sostiene il quotidiano finanziario Les Echos, la società amministrata da Patrick Thomas avrebbe citato anche le tre banche (Societe Generale, Natixis e Credit Agricole) con le quali il grande rivale concluse l’operazione, chiedendo che le azioni rastrellate siano riacquistate dagli istituti di credito per poi essere rimesse sul mercato. Sul caso è stata aperta un’inchiesta da parte della Amf, la Consob francese, ed è pendente una richiesta di multa ai danni di Lvmh per 10 milioni di euro. La decisione è attesa entro il mese prossimo.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati