Il lusso in Borsa nel 2014: ci sarà anche Armani?

C’è aria di lusso a Piazza Affari. Secondo Luca Peyrano, responsabile dei mercati primari per Borsa Italiana, intervenuto a Milano alla presentazione della ricerca Pambianco sulle “Top aziende quotabili” dei settori Moda e lusso e Casa e Design: “Nel 2014 potrebbero quotarsi 14-15 società, dopo le 22 sbarcate a Piazza Affari nel 2013. Di queste, 4/5 appartengono al settore del lusso”. La ricerca ha preso in esame i dati relativi a un campione iniziale di 763 aziende del luxury system. In pole position ci sarebbe la quotazione di Giorgio Armani della quale si parla da anni, mentre D&G è stata scavalcata al secondo posto da un solidissimo Ermenegildo Zegna, che esporta il 92% della produzione e ormai ha surclassato i rivali dal punto di vista del fatturato (1,2 miliardi di euro contro 900 milioni di D&G). Secondo Peyrano, inoltre, le realtà del comparto moda e lusso hanno superato parzialmente la crisi e possono puntare alla quotazione in Borsa per reperire capitali: “Il momento è quello giusto per chiunque avesse questo tipo di obiettivo”. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati