Il toto-stilista per Lanvin: Haider Ackermann, ex Berluti, in pole position. Anche se…

0

Mentre il nuovo direttore artistico Kris Van Assche ha scelto il modello Alessandro, scarpa da uomo che risale all’anno di fondazione del brand (1895), per l’inizio del suo lavoro da Berluti, il suo predecessore Haider Ackermann viene indicato come possibile nuovo direttore artistico di Lanvin. La casa di moda controllata dai cinesi di Fosun International “sta effettuando degli incontri con diversi candidati” per individuare il nuovo direttore artistico e ha confermato che la selezione dovrebbe durare ancora alcune settimane. Però, secondo i beninformati, Haider Ackermann (che dirige il proprio marchio) sarebbe il favorito. Altre fonti, invece, si dicono certe che il designer era il favorito, ma che Lanvin ha cambiato idea e sta valutando altri profili. Tra questi: Christelle Kocher (che guida il proprio brand Koché) e Simon Porte Jacquemus (anch’egli alla guida del suo marchio). Secondo quanto scrive Fashion Network, tra i punti di forza di Ackermann il fatto di essere subito disponibile dopo l’avventura di tre stagioni al timone creativo del brand calzaturiero Berluti. E Lanvin ha bisogno di un nuovo impulso creativo dopo il noto e chiassoso divorzio con Alber Elbaz e, soprattutto, il successivo calo delle vendite. (mv)

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso