LVMH 2015: vendite record, ma utili netti in calo (“colpa” di Hermès)

LVMH ha raggiunto un nuovo record, toccando i 35,7 miliardi di euro di fatturato (+16%, ma più +6% a parità di cambi), per un risultato operativo da 6,61 miliardi. L’utile netto è calato del 37% a 3,57 miliardi di euro, oltre 2 miliardi di euro in meno rispetto al 2014, quando però il gruppo aveva beneficiato di una forte plusvalenza per la cessione di azioni Hermès. Senza questo fattore straordinario, sottolinea la società, l’utile sarebbe stato in aumento del 20%. Va segnalata che la divisione “pelletteria e moda”, ovvero quella di marchi come Fendi, Loro Piana, Emilio Pucci e Louis Vuitton, è quella che fa registrare l’incremento più contenuto: +14% (+4% a parità di valute) per 12,3 miliardi di euro, un terzo del fatturato consolidato del gruppo. Il brand ha inoltre annunciato un aumento del suo dividendo dell’11% a 3,55 euro per azione. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati