Outlet vs grandi firme

Value Retail, società che possiede nove outlet in Europa (uno a Fidenza) e tre in apertura in Cina, critica la politica delle case del lusso nei rapporti con i centri delle vendite scontate. “Il concetto di esperienza negli acquisti si è evoluto, i brand non trattano gli outlet con rispetto – afferma a Bloomberg il presidente di Value Retail, Scott Malkin – molti di loro ci chiedono di vendere al prezzo più basso possibile”. Il chairman sostiene che sebbene i clienti degli outlet siano alla ricerca del prezzo, si attendano al tempo stesso “un’esperienza di acquisto di alto livello perché sono gli stessi che fanno shopping nei negozi a prezzo pieno e online. I luxury retail dovrebbero investire nello staff e nella presentazione del prodotto degli outlet piuttosto che aprire nuovi negozi. Senza continuità, il brand viene messo a rischio. Invece le firme ci trattano come discarica”. Le vendite dei centri commerciali di Value Retail sono aumentate del 13% nei primi cinque mesi 2013, in linea con la crescita del fatturato 2013, grazie soprattutto al turismo cinese, ha specificato Malkin. In cima, il Bicester Village (Oxfordshire) e La Roca Village (Barcellona) dove rispettivamente il 70 e 75% dei visitatori non era europeo. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati