Più algoritmi, meno sconti: Prada collabora con Adobe e rivoluziona il retail

Prada sempre più digital oriented. Dallo scorso anno il gruppo guidato da Miuccia Prada e Patrizio Bertelli ha avviato una collaborazione con il colosso statunitense Adobe che sarà ulteriormente rafforzata per migliorare la comunicazione multicanale e per offrire esperienze di acquisto più personalizzate. L’obiettivo di Prada è quello di individuare e capire le esigenze della clientela e, in base a queste rilevazioni, offrire servizi personalizzati e valorizzare la relazione diretta con il consumatore. La conferma che il digitale è sempre più nei pensieri di Prada arriva (anche) dall’ultima comunicazione del brand nella quale viene spiegato come sia stata avviata la chiusura delle relazioni con alcuni partner wholesale italiani ed europei, per sostituirli gradualmente con altri operatori digitali. Una decisione presa con l’intento di uniformare i prezzi nei diversi canali di vendita e ridurre le vendite promozionali. Già a lo scorso marzo, il gruppo aveva annunciato l’intenzione di porre un freno ai saldi per sostenere la marginalità e proteggere il valore del marchio. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati