Prada verso i 500 negozi diretti

2012 da record per Prada. Profitti in crescita di quasi il 70% (625 milioni di euro, a fronte dei 432 del 2011), incassi a +29% (oltre 3 miliardi di euro). “Sulla base di questi risultati, proseguiamo sulla strada degli investimenti nel retail” dice Patrizio Bertelli, amministratore delegato del gruppo. Già nel 2012 l’azienda milanese ha aperto 78 nuove vetrine (tra cui Mosca, Houston, Parigi, Nagoya, Casablanca, Dubai, Kiev, San Paolo e Dubai), raggiungendo il numero di 461 negozi diretti, che hanno contribuito per l’81% alle vendite complessive. I prodotti in pelle sono cresciuti del 42,7%, la calzatura dell’11,7, l’abbigliamento del 9,9. “Nel 2013 – prosegue Bertelli – guarderemo con la massima attenzione alla Cina, dove abbiamo meno negozi della concorrenza. Abbiamo aperto con lentezza e dobbiamo metterci alla pari”. L’area Asia Pacific supera il miliardo di euro (+33%). Risultati eccellenti anche in Europa (+28,6%), Americhe (+23,3) e Giappone (+14,2). Non cambierà la politica aziendale di tenere alto il valore di prodotto: “Non vogliamo saturare il mercato coi nostri prodotti” ha concluso Bertelli.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati