Ralph Lauren in lieve crescita grazie ai multimarca

Ralph Lauren ha riportato una diminuzione degli utili (201 milioni, -2%) nel secondo trimestre chiuso il 27 settembre, a cui ha aggiunto il taglio delle previsioni per il Q3 e per l’intero anno fiscale 2015. I ricavi sono in crescita (+4,1%, 2 miliardi di dollari) e lievemente al di sotto delle attese degli analisti newyorkesi. Il wholesale è cresciuto dell’1,6% (943 milioni) e il retail diretto ha superato il miliardo, con un +6,6%. Jacki Nemerov, ceo del brand statunitense, ha affermato che i risultati sono stati condizionati dal rafforzamento valutario del dollaro e dalle instabilità politiche mondiali, ma ha mostrato soddisfazione per il business internazionale (in crescita a doppia cifra) grazie ai suoi 448 negozi diretti e ai 494 shops-in-shop. Nel corso dell’anno fiscale ci si attende l’apertura di 20-25 nuove vetrine. Ralph Lauren, presidente del gruppo, sintetizza: “Abbiamo raggiunto diversi obiettivi, tra cui il lancio di Polo donna, l’apertura di un flagship su Fifth Avenue e di uno per uomo-donna, il primo, in Cina”. Christopher H. Peterson, direttore finanziario, si attende “una crescita maggiore nel retail rispetto al wholesale. Su Fifth Avenue, il 40% delle vendite proviene dai turisti, in maggior parte cinesi, mentre in Europa dai russi”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati