Brasile e Messico: allevatori in ginocchio per la siccità

Le regioni nordorientali del Brasile sono in ginocchio a causa di una lunga, imprevista e violentissima siccità, che sta decimando le mandrie bovine e mettendo a rischio di bancarotta molti alevamenti. Dovrebbe essere, infatti, la stagione delle piogge, che invece sono del tutto assenti. La vegetazione sta morendo e le mandrie hanno minime quantità di foraggio naturale a disposizione, senza contare il prosciugamento di molti bacini idrici. Molti allevatori pare stiano cercando di migrare temporaneamente altrove, mentre il governo brasiliano sta studiando un piano di sostegno del valore di un miliardo di dollari. Stessa emergenza nella zona meridionale del Messico, dove su 120 mila ettari non piove da molte settimane. Voci ufficiose parlano di circa 450.000 capi bovini morti per la siccità, causando un drastico calo della produzione al macello con conseguente tensione sui prezzi del grezzo, richiesto in questa zona per carrozzeria e calzatura.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×