Pochi capi, in allarme i macellatori americani

L’americana Us Meat Export Federation (Usmef) ha comunicato i dati sull’export di bovino ad agosto, -3% (102.456 tonnellate) rispetto allo stesso mese 2013. L’importo, 655,2 milioni di dollari, rappresenta però un record mensile, in ascesa del 16%. Usmef ha precisato che i capi bovini allevati nel Paese hanno raggiunto il livello più basso dal 1951, 89 milioni, fattore che si scontra con la forte richiesta di carni statunitensi sul mercato “soprattutto considerato l’aumento di condizioni economiche della classe media cinese”. Per Philip Seng, Ceo dell’associazione, “i buyer internazionali sono preoccupati per le quantità esistenti e si interrogano se saranno in grado di soddisfare la domanda. Il settore non potrebbe essere più florido”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati