Zimbabwe, persi in un anno 50.000 bovini per malattie, ma il governo taglia il budget per vaccini e medicinali

I tagli al budget per vaccini e medicinali veterinari preoccupano i parlamentari dello Zimbabwe. In un rapporto redatto recentemente, i componenti del Comitato per la Terra, l’Agricoltura, l’Acqua, il Clima e lo Sviluppo Rurale hanno messo nero su bianco i propri timori per la diffusione di malattie tra i capi dovuti alla riduzione di finanziamenti concessi alle aziende agricole per le cure mediche e la prevenzione sanitaria a favore degli animali da parte del dipartimento governativo responsabile del settore agroindustriale. Come riporta il quotidiano locale Chronicle, secondo le stime del Comitato, tra il dicembre 2017 e il novembre scorso sarebbero almeno 50.000 i capi di bestiame deceduti per malattie, alcune delle quali trasmesse dalle zecche, e il loro numero potrebbe aumentare se il budget non dovesse aumentare. “Le sostanze chimiche per la prevenzione devono essere importate, ma le imprese che hanno vinto la gara per la fornitura di tali prodotti non sono stati in grado di ottenere lo stanziamento richiesto dalla Reserve Bank” hanno denunciato i politici durante la relazione al Parlamento avvenuta martedì, nel corso della discussione sul bilancio. Il governo avrebbe stanziato 2,4 milioni di dollari per la campagna vaccinale del bestiame, ma queste risorse sarebbero insufficienti e dovrebbero essere stanziati almeno 6 milioni. (art)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati