Dr. Martens, dopo l’interim del presidente Mason, ha un nuovo ceo. Chiara Ferragni, invece, perde il suo

Un ceo che viene e uno che va. Da Dr. Martens arriva Kenny Wilson, per 19 anni alla Levi’s e negli ultimi 7 anni alla guida del marchio di abbigliamento e borse britannico Cath Kidston. Dr. Martens è rimasto senza ceo da quando, alla fine del 2017, Steve Murray ha lasciato l’incarico, occupato ad interim dal presidente Paul Mason. Proprio Mason saluta ora così il nuovo arrivato: “Kenny Wilson porta con sé una grande esperienza di lavoro con marchi internazionali di alto profilo e sarà una fantastica guida per il management team. Stiamo entrando in una nuova fase nella storia di Dr. Martens e siamo ben strutturati per poter far leva sulle nostre priorità strategiche e continuare a puntare su una crescita sostenibile a livello mondiale”. Dr. Martens (di proprietà del gruppo britannico Permira) impiega circa 800 persone, genera quasi 400 milioni di dollari di fatturato, ed è in una nuova fase di sviluppo. Da Chiara Ferragni Collection, intanto, è in uscita il ceo Andrea Lorini, in carica da marzo 2016. Secondo i media Lorini ha dato le dimissioni per intraprendere una nuova avventura già dal primo giugno. Lorini è stato il primo ad di ChiaraFerragni.com e Chiara Ferragni Collection, collezione di calzature e capsule con un giro di affari di circa 30 milioni di euro. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati