Il lusso diventa artigiano

Oltre al brand, il mercato chiede qualità e personalità. Le firme si adeguano. Nelle sfilate milanesi spazio a pitone tinto a mano, coccodrillo e pellicce ornamentali. Tra i promossi: Prada, Fendi, Dolce e Gabbana, Scervino.
Tratto da Mdp La Conceria, n.31/2013

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati