Evasione Iva, condannato un imprenditore maceratese

Angelo Dari, 45 anni, imprenditore di Civitanova Marche, è stato condannato a sette mesi di reclusione per omesso versamento dell’Iva per un ammontare di oltre 55.600 euro. L’uomo era finito sotto processo in qualità di legale rappresentante della ditta Ad Company, legata al mondo della pelle. Il fatto contestato era stato accertato nell’ottobre del 2008 e si riferisce alla dichiarazione annuale Iva del 2005. Nel corso del processo era stata ascoltata la testimonianza dell’Agenzia delle Entrate di Macerata. Dopo la chiusura dell’istruttoria, accusa e difesa hanno avanzato le proprie richieste: il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a sei mesi di reclusione. Il giudice ha emesso la sentenza di condanna pari a sette mesi di reclusione. Lo stesso Angelo Dari e la Ad Company figurano, tra l’altro, nel faldone dell’inchiesta denominata Dirty Leather condotta dalla Guardia di Finanza di Arzignano e risalente all’ottobre 2009. Dari, secondo i militari, era uno dei principali collaboratori di Andrea Bertoldi, il valdagnese ritenuto a capo dell’associazione per delinquere finalizzata all’evasione dell’iva nel settore della concia. Irrintracciabile per diverse settimane, lo stesso Dari si era poi consegnato al carcere di Camerino (Macerata). (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati