Fatturato da record nel 2016 e ottime prospettive per il 2017: Skechers vola grazie alla Cina

Nel 2016 record di fatturato per Skechers. Nel quarto trimestre dell’anno il brand statunitense ha registrato ricavi per 764,3 milioni di dollari (+5,8% rispetto allo stesso periodo del 2015) mentre il risultato dell’intero anno è di 3,56 miliardi di dollari, oltre 3,3 miliardi di euro (+ 13,2% sul 2015). La spinta decisiva superare tutti gli obiettivi prefissati è arrivata dalla Cina. David Weinberg, coo e cfo aziendale ha commentato: “La forte crescita trimestrale è stata principalmente generata dall’aumento del 17,1% nel wholesale internazionale, con la Cina che è cresciuta del 48,5%, mentre le vendite al dettaglio sono salite del 13,9%. Nel gennaio 2017 possiamo già contare su un incremento delle vendite parità di perimetro a una cifra. Siamo ben posizionati per raggiungere un altro anno record”. Unica nota negativa la diminuzione dell’11,8% nelle vendite wholesale in Usa. “Siamo rimasti il numero due delle calzature sportive negli Stati Uniti e i numeri uno della calzatura da passeggio, da lavoro e casual. Pensiamo che continueremo ad aumentare la nostra fetta di mercato ovunque nel mondo, mentre viviamo la più forte crescita mai registrata del nostro business internazionale”, ha dichiarato Robert Greenberg ceo di Skechers che complessivamente, a fine 2016, aveva 2012 negozi in tutto il mondo, con 500 sedi in Cina, più di 60 in India, Messico e Arabia Saudita, e oltre 50 in Australia, Malesia, Corea del Sud e Taiwan. I negozi di proprietà della società forniscono il 27% dei ricavi totali. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati