Per la calzatura di Vigevano la crisi non è finita: negli ultimi 8 anni l’export è crollato del 26%

La crisi economica colpisce le esportazioni pavesi ed in particolare il settore delle calzature di Vigevano. Il confronto dei primi mesi del 2016 con lo stesso periodo del 2008, all’inizio della crisi, evidenzia che l’export delle calzature vigevanesi è crollato del 26%. Considerando sempre gli ultimi 8 anni, il distretto delle macchine per la concia della pelle di Vigevano contiene i danni, facendo segnare un +3,5%. Nello specifico l’export delle calzature di Vigevano un -10,2% nel terzo trimestre 2016 e -3,2% nel complesso dei primi tre trimestri 2016 a causa della forte riduzione negli Stati Uniti e negli Emirati Arabi Uniti, primi due mercati di sbocco del distretto, ma anche in Svizzera, Regno Unito, Francia e Germania. L’export di macchine per la concia delle pelle del distretto ha visto una diminuzione del 5% nel terzo trimestre e dell’1,9% nei primi nove mesi del 2016 e nel report viene evidenziato come la causa sia il crollo delle vendite negli Usa, in Turchia, Brasile, India e Cina, mentre nel terzo trimestre è cresciuto a due cifre in Francia, Spagna e Germania. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati