Quando la scarpa traina l’export di una regione intera. Emilia-Romagna 2016: +1,5%. Ma la scarpa vola: +14,4%

L’export dell’Emilia Romagna cresce più di quello dell’Italia: +1,5% il primo, +1,2% il secondo. A trainarlo è il sistema moda, che nel 2016 mette a segno un significativo +3,5%. La fotografia arriva dai dati ISTAT delle esportazioni delle regioni italiane, elaborati da Unioncamere Emilia-Romagna. La moda tra Bologna e Rimini vale un export di 6.268 milioni di euro, secondo per importanza e peso economico solo alla meccanica. A trainarlo sono soprattutto le calzature, con il +14,4% (726 milioni di euro) messo a segno, soprattutto, grazie alla performance del distretto di San Mauro Pascoli. Male, invece, la voce Cuoio e Borse, superiore in valore alle calzature (863 milioni di euro), ma in calo dell’8,9%. (ff)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati