Ladri da Kallistè, in Riviera del Brenta: spariscono 200.000 euro di scarpe

Cinquecento paia di scarpe per un valore di 200.000 euro. Questo il bottino messo insieme dai ladri penetrati nella notte tra giovedì e venerdì al calzaturificio Kallistè di Fossò (Venezia). Per entrare nell’edificio i malviventi avrebbero eluso il sistema di videosorveglianza muovendosi tra le zone non coperte dalle telecamere, raggiungendo poi una finestra con una scala e sfondandone il vetro. A quel punto avrebbero segato le sbarre di ferro e sarebbero entrati nello stabilimento, sfuggendo agli occhi elettronici e recuperando in breve tempo il bottino prima di fuggire. La dinamica del furto farebbe sospettare che la banda conoscesse perfettamente il sistema di sicurezza e i locali della struttura. Non è il primo grosso furto subito dal calzaturificio veneto, che nel 2014 si vide portar via 100.000 euro di scarpe pregiate. (art)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati