Le scarpe per le arti marziali si fanno urban: Wushu Shoes scende dal tatami e punta alla strada

Dal tatami all’asfalto. È la storia delle Wushu Shoes nate nel 1985 per soddisfare le esigenze prestazionali dei fratelli milanesi Walter e Paolo Lorini, campioni e maestri di arti marziali. Le calzature prendono il nome “wushu” che in cinese vuol dire arte marziale e sono contraddistinte dal logo RuYi, antichissimo simbolo cinese. Ora le Wushu Shoes vogliono uscire dal contesto “arti marziali” e, sempre sviluppate dai fratelli Lorini e della Lorini sport, vogliono diventare urban. Per questo sono state declinate in camoscio in 20 colori in tinta unita con elementi tecnici unici e pronte per essere indossate da chiunque. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati