Manolo Blahnik, “The Art of Shoes”: una mostra con 212 scarpe e 80 disegni per 45 anni di carriera

“Gli stiletti sono meravigliosi, ma ora amo i tacchi bassi”, così lo stilista 74enne Manolo Blahnik dichiara a IoDonna (periodico del Corriere della Sera) senza abbandonare però la sua passione per i tacchi vertiginosi che lo hanno reso celebre in tutto il mondo: “Li trovo molto chic. Perché una donna deve ingegnarsi per camminare in un certo modo, mette in moto tutto il suo charme”. Il suo genio creativo sarà mostrato in una retrospettiva internazionale dedicata ai suoi 45 anni di carriera: “The Art of Shoes”. La mostra curata da Cristina Carrillo de Albornoz sarà ospitata fino al 9 aprile 2017 nelle Sale museali di Palazzo Morando a Milano, per poi spostarsi all’Hermitage di San Pietroburgo e poi a Praga, a Madrid e in Canada. L’esposizione ripercorre il lavoro dell’iconico couturier spagnolo in una selezione di 212 scarpe e 80 disegni. In mostra le migliori creazioni calzaturiere, vere e proprie opere d’arte, come il modello disegnato per la Maria Antoinette di Sophia Coppola indossate dall’attrice Kirsten Dunst. Il designer ha scelto di dedicare l’evento alle amiche Franca Sozzani e Anna Piaggi, la direttrice di Vogue Italia recentemente scomparsa e la giornalista di moda deceduta nel 2012. “Le donne milanesi mi rendono orgoglioso” ha detto Blanhik. (mvg)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati