Puma, François-Henri Pinault molla il CdA. Kering vuole vendere (ancora?) il marchio sportwear?

La decisione di François-Henri Pinault di lasciare il Consiglio di Amministrazione di Puma e dimettersi dal ruolo di vice-presidente è stata approvata nel corso della riunione annuale del brand, tenuta lo scorso 12 aprile presso la sede di Herzogenaurach, in Germania. Benché dalla società siano state diffuse comunicazioni “rassicuranti” che parlano di “una gestione aziendale più snella”, il futuro di Puma sembra incerto. Non è la prima volta che si vocifera di una possibile vendita del brand sportivo da parte del gruppo Kering, per quanto François-Henri Pinault (nella foto) abbia sempre finora smentito questa previsione. Il marchio tedesco ha registrato un ottimo primo trimestre 2017, con ricavi aumentati del 15% a cambi costanti, attestandosi a oltre 1 miliardo di euro (contro gli 852 milioni dello stesso periodo del 2016). Non ci sarebbero quindi problemi finanziari, visto che il brand – che da settembre apparirà sulle maglie dell’Olympique Marsiglia – ha rivisto al rialzo le sue previsioni finanziarie per il 2017, puntando a una crescita delle vendite annuali superiore al 10%.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati