Vegetariano inglese di 103 anni: vita lunga, “ma non me la sono goduta”

”Non ne è valsa la pena”. Arrivato alla veneranda età di 103 anni, di cui la gran parte passati da vegetariano, Roy Hobbs (nella foto) ritorna sui suoi passi: “Se potessi, apparirei come un fantasma a me stesso giovane per dirmi mangia hamburger, e anche pasticci di carne”. L’uomo, la cui testimonianza è stata raccolta dal quotidiano inglese The Daily Mash, suppone che la propria longevità sia dovuta al generale rigore che ha osservato per tutta la vita. Ma ammette oggi che la rinuncia alla carne è costata grandi sofferenze: “Ora mangerei una bistecca, ma non ho più i denti”, la conclusione. (rp)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati