Brendola (Vi) diventa Bottega Veneta City

Il sindaco di Brendola, località vicina al distretto conciario di Arzignano, esulta: “Certe occasioni non capitano due volte, specie di questi tempi”. La ragione di tanta soddisfazione? L’accordo raggiunto con Bottega Veneta, marchio del gruppo Kering in forte ascesa, che ha deciso di costruire una cittadella di 46 mila metri quadrati con un polo produttivo e commerciale d’eccellenza, che determinerà importanti risvolti anche in termini occupazionali e formativi. Si parla di un investimento per “decine di milioni di euro”, secondo quanto stimano i giornali del Vicentino. E a beneficiarne sarà anche il Comune, che otterrà 600 mila euro che derivano dall’accordo con Kering, che verserà 60 euro per ogni metro quadro sul 30% della superficie, ma soprattutto prestigio internazionale. L’azienda, scrive Il Corriere Vicentino, avrebbe intenzione di fare della nuova sede di Montebello un riferimento direzionale di pregio e un centro di produzione d’avanguardia, espandendosi in una superficie attualmente non urbanizzata che versa all’interno del Comune di Brendola. Secondo gli accordi, i fabbricati in progetto non supereranno l’altezza media di 10 metri, con limite massimo fissato a 14 (esclusi gli elementi con funzione tecnologica); abitazioni e uffici saranno massimo di tre piani, e tutte le altre strutture non supereranno i due. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati