Credito più facile per la filiera Gucci

Gucci e Banca Cr Firenze (gruppo Intesa San Paolo) hanno firmato un accordo per facilitare l’accesso al credito alle imprese che lavorano per la maison. È questa la nuova strategia del marchio di pelletteria fiorentino per i subfornitori e le imprese appartenenti alla sua filiera. A darne l’annuncio è stato Patrizio Di Marco, presidente e amministratore delegato di Gucci. “L’accordo da un lato – ha spiegato ieri – agevola la possibilità di avere credito, dall’altro assicura condizioni altamente concorrenziali e migliori rispetto a quelle che queste stesse aziende potrebbero avere da sole”. Il meccanismo si basa sulla condivisione di informazioni fra la banca e Gucci, che presenterà un rating qualitativo della sua impresa fornitrice a integrazione del tradizionale rating bancario. “La Toscana è una terra di aziende e marchi che il mondo ci invidia, con un patrimonio tangibile di abilità e conoscenze che oggi, grazie alla collaborazione tra Banca CR Firenze e Gucci, possono essere esaltate anche nella valorizzazione qualitativa delle aziende interessate – ha commentato Luciano Nebbia, direttore regionale Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna di Intesa Sanpaolo – Da oggi è stata intrapresa una nuova via di collaborazione, che rappresenta un esempio innovativo per le aziende di una filiera produttiva”. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati