Essere profeti in patria, a Cesena: la stilista di borse Caterina Lucchi oggi riceve il Premio Malatesta Novello

Quando la pelletteria ti permette di essere “profeta in patria”. La stilista romagnola Caterina Lucchi sarà insignita oggi del Premio Malatesta Novello istituito dalla città di Cesena per omaggiare coloro che “nel loro campo hanno raggiunto traguardi importanti e dato lustro alla città”, si legge nelle motivazioni del premio. Caterina Lucchi, è una vera e propria self made woman. Va ancora a scuola quando, giovanissima, insieme al futuro marito Marco Campomaggi, realizza a mano le sue prime borse e le vende lungo la  Riviera, in Romagna. Oggi è titolare di un polo produttivo che, a Cesena, dà lavoro a 130 dipendenti e realizza gli articoli di tre brand di proprietà, distribuiti a livello mondiale. Il nome di Caterina Lucchi è stato scelto da una commissione composta dal Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, dal professor Marino Biondi dell’Università di Firenze e dal professor Carlo Dolcini dell’Università di Bologna. Negli anni passati sono stati insigniti, tra gli altri, gli imprenditori Nerio Alessandri di Technogym e Francesco Amadori, e l’ex commissario della nazionale Azeglio Vicini (ff)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati