False borse Falabella in vendita nei negozi

Migliaia di borse contraffatte del marchio Falabella, nato dalla collaborazione tra l’artista Stella McCartney e il gruppo Gucci e individuate dai finanzieri del comando provinciale di Verona in alcuni negozi, erano state distribuite in oltre 150 punti vendita sul territorio nazionale. Grazie alle indagini è stato possibile ricostruire l’intera filiera delle borse prodotte in Cina da un’azienda di Shenzhen e importate in Italia da una società alle porte di Torino, per poi essere vendute ad una nota catena italiana presente con i suoi store in tutt’Italia. L’intuizione dei militari è stata successivamente confermata dalle analisi effettuate da un consulente tecnico di Stella McCartney su alcuni campioni messi a disposizione dagli inquirenti. Delle oltre 2.300 borse di cui è stata accertata la produzione e l’importazione nel territorio nazionale, le Fiamme Gialle ne hanno sequestrate più della metà, denunciando due persone per i reati di contraffazione e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati