Firenze, sequestrate 18mila false Longchamp pagate 60 centesimi l’una

18mila borse di ottima fattura e del tutto simili a quelle del marchio francese Longchamp, risultate contraffatte, sono state sequestrate martedì in un magazzino di pelletteria gestito da un imprenditore cinese all’Osmannoro (Sesto Fiorentino). Dalle prime ricostruzioni risulta che le borse venivano importate dalla Cina al costo di circa 60 centesimi ciascuna e rivendute all’ingrosso ad prezzo compreso tra 1 e 4,5 euro. Le indagini sono partite dalla segnalazione della ditta francese titolare del marchio, che ha inaugurato settimana scorsa l’apertura della sua più grande boutique in Europa al 229 di Regent Street a Londra, dopo che a seguito di indagini private aveva scoperto gli articoli in vendita in alcuni mercati di Firenze e Forte dei Marmi. Il titolare dell’azienda, un 50enne di origine cinese, è stato denunciato per vendita di prodotti industriali con segni mendaci. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati