Furla punta a 500 milioni di euro

Obiettivo 500 milioni di fatturato per disporre della massa critica che permetterà all’azienda di operare nel mercato mondiale. Il percorso di Furla verso la crescita è appena iniziato, visto che oggi parte da 212 milioni (erano 180 nel 2011). Eraldo Poletto, recentemente tornato alla guida dell’azienda bolognese, parla però di “importanti piani di sviluppo che porteranno a una accelerazione della crescita ed espansione aziendale”, pur smentendo le voci di imminente quotazione alla Borsa di Hong Kong. “Le aziende — dichiara il manager a CorrierEconomia — quando arrivano a 200-250 milioni di euro di fatturato sono a metà del percorso. Se si entra nel gruppo dei 500 si può giocare nella Champions League”. Il Giappone è diventato il primo mercato di Furla, che realizza in quest’area il 27% dei propri ricavi ed è cresciuto del 31% nel primo semestre del 2013. “Sentiamo il deprezzamento dello yen — dice Poletto — che è però compensato dall’aumento maggiore del giro d’affari. Oltre al Giappone crediamo alla Great China e agli Stati Uniti. Il nostro giro di boa sarà quello di un’azienda che non ha paura di crescere”.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati