Guess cambia manager e punta sul low cost

Cambio di strategia in Guess. Paul Marciano, ceo dell’azienda californiana (nella foto), ha rivelato i progetti per l’imminente futuro nel corso di una conference call per illustrare i risultati del quarto trimestre, inferiori rispetto a quelli dello scorso anno, pur superando le stime degli analisti. Marciano ha annunciato l’arrivo di due manager, i cui nomi per il momento sono top secret. Il primo guiderà il design, il secondo supervisionerà il merchandising delle retail operation in Nord America. Marciano è sempre alla ricerca di un sostituto di Michael Prince, dimesso a novembre. Ora, dopo l’abbandono Nancy Shachtman, deve anche nominare il presidente per il Nord America, suo mercato chiave.
L’altra grande novità è che Guess dedicherà più attenzioni al segmento low cost. “Ci rendiamo conto” ha dichiarato Marciano, “che abbiamo in qualche modo escluso il target di ragazze più giovani che ora più che mai sono attente al prezzo”. Questo comporterà il lancio di collezioni di abbigliamento sotto i 100 dollari e forse qualche nuovo inserimento budget nell’accessorio.
Previsioni? Il gruppo stima le vendite 2013 sui 2,6 miliardi di dollari. Nell’ultimo trimestre il giro di affari è salito del 5%, a quota 815 milioni di dollari; l’utile netto è sceso del 24,3%, a 72,6 milioni di dollari.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati