Kate Spade, flagship a Tokyo

Forte della crescita del 26% nei numeri del quarto trimestre 2013 sulle vendite in Giappone, Kate Spade ha aperto un flagship a Tokyo nel quartiere di Ginza. Craig Leavitt, amministratore delegato di Kate Spade & Co. (ex Fifth and Pacific) ha annunciato che nei piani immediati dell’azienda è prevista anche l’apertura di altri negozi nel Paese, che si aggiungono ai 73 diretti con cui il marchio opera da 17 anni. Il ceo ha specificato che l’azienda intende sostenere il business in Estremo Oriente con 13 nuove vetrine in Cina (ne ha 20) che seguono la recente inaugurazione del flagship ad Hong Kong. A quello di Tokyo (400 metri quadrati, fianco a fianco con Tory Burch e Coach), ha anche partecipato la direttrice creativa: “Per aziende come la nostra, che si muovono nel campo del lusso accessibile, esiste al momento l’opportunità di guadagnare mercato” ha affermato, riferendosi al rallentamento dei nomi tradizionali del super lusso.

Anche Lvmh ha appena investito 600 milioni di euro per la creazione del futuro flagship di Tokyo, sempre a Ginza, all’interno di un edificio di 13 piani (14 mila metri quadrati) che si attende possa operare entro le Olimpiadi del 2020, previste nella capitale giapponese. “Abbiamo acquistato una parte del palazzo, si tratta di un evidente impegno finanziario” ha confermato Yves Carcelle, componente del consiglio di amministrazione della maison francese. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati