Leather next generation: Lineapelle scopre talenti a Tokyo, Altagamma premia Benedetta Bruzziches (e le sue borse)

Può uno zaino avere la forma di un pavone ed essere in pelle? Certo, basta che a immaginarlo e produrlo sia una giovane creativa giapponese, in perfetta sintonia con l’estrosità che caratterizza il modo di interpretare lo stile nella terra del Sol Levante. Lei si chiama Yu Ogasawara (nella foto con la sua creazione) ed è la vincitrice del concorso indetto da Tokyo Leather Fair e promosso da Lineapelle. La premiazione, svolta durante la 95esima edizione dell’evento nipponico (8/9 dicembre) ha permesso, una volta di più, di esplorare l’immaginario degli studenti giapponesi di moda in relazione al loro modo di intendere e utilizzare la pelle. Yu Ogasawara ha vinto la possibilità di visitare la prossima edizione di Lineapelle, dal 21 al 23 febbraio 2017 a Fieramilano Rho. Di differente tenore, invece, il premio vinto da Benedetta Bruzziches e dalle sue borse artigianali prodotte in provincia di Viterbo. La stilista, che nel 2012 fu protagonista di un incontro a LpFashionStudio di Milano, si è aggiudicata, nella categoria moda, il premio “Giovani Imprese: Believing in the Future”, promosso da Fondazione Altagamma.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati