Made in Italy fatto in India e Cina, denunciato pellettiere maceratese

Importava prodotti di pelletteria da Cina e India ma li rivendeva come made in Italy, semplicemente sostituendo l’etichetta. A finire nei guai un imprenditore maceratese, titolare insieme alla moglie di due aziende che commercializzano prodotti di pelletteria. Secondo la Guardia di Finanza di Macerata, che ha sequestrato oltre 200mila articoli recanti l’etichetta “Antica pelletteria italiana”, il giro di affari annuo dell’imprenditore superava i 2 milioni di euro. Sono stati inoltre sequestrati i computer contenenti le mail che proverebbero la truffa. L’imprenditore è stato denunciato per vendita di prodotti con segni mendaci, mentre i militari hanno avviato una serie di controlli tributari al fine di accertare la regolare posizione con il fisco delle stesse aziende. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati