Massima allerta

Fase di “normalizzazione” per la pelletteria toscana? Il lavoro per i brand è calato, non tutti riescono a gestire marchi propri. Richiesta di volumi minori, tempistiche frenetiche. “Folle, in questo momento, non diversificare i clienti”. Griffe in cerca di terzisti “agili”.
Tratto da Mdp-LaConceria, n. 15/2016 – clicca qui per scoprire tutti i contenuti della rivista

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati