Mistero abruzzese: per i pellettieri c’è crisi, ma intanto l’export vola

La pelletteria abruzzese è un settore in salute: ma solo per i dati. “La situazione è drammatica, si salva solo chi fa conto terzi” sintetizza Francesco Palandrani, che con il consorzio ATEA (Area per la Tutela delle Eccellenze Artigiane) riunisce una cinquantina di pellettieri del centro Italia, in gran parte dall’Abruzzo. “C’è una incredibile fame…

ACCEDI PER CONTINUARE A LEGGERE

Scopri l’abbonamento che fa per te tra le nostre proposte

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati