Monomarca per “rafforzare l’immagine del marchio”. Progetti commerciali globali per Gianfranco Lotti

Nuovi negozi e un aumento dell’export del 50%. Questi gli obiettivi del brand specializzato in pelletteria di lusso Gianfranco Lotti. L’azienda con sede a Scandicci, acquisita nel mese di settembre 2013 dal fondo d’investimento tedesco Halder, ha chiuso il 2016 con un fatturato di 6 milioni di euro, in linea con il 2015, di cui 4 provenienti dall’export. L’85% dei ricavi arriva dalla produzione di borse per altri marchi di fascia alta. Il ceo Leo Giovacchini, che lo scorso luglio ha sostituito Franco Lucà, ha fissato le strategie per il rilancio del brand: “L’apertura di negozi monomarca per rafforzare l’immagine del marchio e la stabilità. I mercati su cui siamo maggiormente concentrati sono Asia e Medio Oriente ma, allo stesso tempo, puntiamo a consolidare il nostro mercato attuale” ha detto Giovacchini. L’azienda sta progettando nuove aperture a Riyadh (marzo) e Kuwait (agosto), mentre ci sono trattative in corso per Abu Dhabi e Tokyo. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati